Cagliari 09121 Via is Mirrionis 83a
3483915852
amministrazione@asdpc.it

Controllare un dipendente su Facebook non è reato.

Assistenza e consulenza informatica

facebookSpiare un dipendente che usa Facebook durante l’orario di lavoro non è reato né intercettazione, anche se si è usato un account falso per indurlo a chiacchierare. Così ha deciso la Corte di Cassazione con una una sentenza, la numero 10955, nata dall’esame di un caso in Abruzzo: un operaio ha trascurato una lamiera incastrata in una pressa perché stava chattando su Messenger (l’app di Facebook per le conversazioni onilne) Inoltre, la Cassazione ha ammesso il ricorso all’uso di profili falsi su Facebook anche ad opera di personale estraneo all’organizzazione aziendale, in quanto sarebbe funzionale all’accertamento di comportamenti illeciti diversi non solamente connessi all’inadempimento della prestazione lavorativa. Ad ogni modo, l’attività di accertamento dovrà avvenire mediante modalità non eccessivamente invasive e comunque rispettose delle garanzie di libertà e dignità dei dipendenti.

WhatsApp chat