Poteva mancare il commodore 64 mini?

Continua l’operazione nostalgia fatta partire da Nintendo con mini Nes prima e con Snes mini poi. Arriverà entro natale sui nostri schermi il mitico Commodore 64. l’home computer che non ha bisogno di presentazioni sarà grande la metà dell’originale ma avrà tante e gradite soprese.

 Il C64 Mini,  è dotato di due porte usb a cui si potranno collegare tastiere esterne, joystick diversi e, anche, chiavette usb per aumentarne la memoria di storage. Non male, se a questo uniamo anche la possibilità, confermata da Retro Games Limited, di programmare da linea di comando, in pieno stile Commodore Basic.
Insomma, le parole d’ordine per il C64 Mini sembrano essere espandibilità ed usabilità, e l’intenzione è proprio quella di replicare il più possibile l’esperienza del Commodore 64 originale. Così da differenziarsi fermamente dalla soluzione più chiusa proposta invece dal “competitor” Nintendo. Chiaramente, la bontà delle scelte effettuate da Retro Limited andrà valutata nel tempo, ma è palese che la volontà di ricreare la perfetta esperienza dell’originale andrà ad ingolosire i nostalgici e, potenzialmente, interessare anche collezionisti e la comunità di giovani videogiocatori geek.
A impreziosire la dotazione tecnica del C64 Mini troveremo anche una porta HDMI per il collegamento allo schermo televisivo e una porta mini-usb per l’alimentazione. Nella confezione, venduta a un prezzo di 79.90 euro, troveremo, oltre alla mini console, anche un joystick, il manuale e il cavo per il collegamento alla televisione. Per quanto concerne, invece, il software preinstallato, all’uscita saranno presenti, oltre all’interfaccia utente di cui abbiamo parlato prima, anche 64 giochi tra cui gli indimenticabili Impossible Mission o Uridium.